Come nascono le nostre pipe

Fase 1: La radice di Erica si presenta, allo stato naturale, esattamente come in questa foto. Viene estratta dal terreno dai "cioccaioli" e successivamente i "segantini" provvedono a tagliare il ceppo secondo le misure richieste. Si procede, quindi, alla bollitura della radica. Una volta bollita la radica viene lasciata asciugare. Prima di procedere con la lavorazione viene accuratamente stagionata nei nostri essiccatoi visibili nello sfondo e, successivamente, scelta con attenzione.

 

Fase 2: Il pezzo di radica viene tagliato secondo la venatura del legno per poi scegliere la forma da modellare.

 

Fase 3: Alessandro mentre taglia il pezzo a misura.

 

Fase 4: Inizia quella che viene chiamata la "sbozzatura" del pezzo di radica di erica.

 

Fase 5: Il modello comincia a prendere forma. Si può procedere, quindi, con la foratura della pipa.

 

Fase 6: Si passa poi alla carteggiatura utilizzando una tela abrasiva sottile per dare l'ultimo e definitivo tocco al modello.

 

Fase 7: Realizzazione del "flock" che permette l'inserimento del bocchino nella pipa.

 

Fase 8: Foratura per l'inserimento del bocchino.

 

Fase 9: Tinteggiatura della pipa.

 

Fase 10: Prima lucidatura.

 

Fase 11: Seconda lucidatura della pipa.

 

Fase 12: La lucidatura e l'apposizione del marchio a caldo rappresentano le ultime fasi della produzione per poi ottenere la pipa finita.

 

Fase 13: Pipa finita e pronta per l'utilizzo.